SABINA GUZZANTI

Sabina Guzzanti nasce a Roma il 25 luglio del 1963, è un’attrice, comica, blogger, regista e cantante italiana.
Figlia del giornalista Paolo (ex parlamentare di Forza Italia e del Popolo della Libertà) e sorella maggiore di Corrado e di Caterina, dopo la maturità classica al liceo Orazio di Roma e gli studi di chitarra al conservatorio, si è diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, nel 1985. In televisione ha iniziato nel 1987 con il programma Proffimamente… non stop di Enzo Trapani e l’anno successivo fece parte del cast di Matrjoska – L’araba fenice di Antonio Ricci. La prima notorietà arrivò con La TV delle ragazze, seguita da altri programmi di satira presentati da Serena Dandini (Scusate l’interruzione, Tunnel e Avanzi), nei quali proponeva una memorabile imitazione della pornodiva Moana Pozzi.
Nel 1995 Sabina Guzzanti partecipò al Festival di Sanremo presentando il brano Troppo sole con La Riserva Indiana, gruppo costituito per l’occasione, capitanato da David Riondino e composto dai musicisti Claudio Passavanti, Tom Sinatra e Bruno Briscik insieme a personaggi noti del mondo della televisione e della politica, quali Sandro Curzi, Nichi Vendola, Mario Capanna, Antonio Ricci, Daria Bignardi, Remo Remotti, Ermete Realacci, Chicco Testa, Marco Giusti, Orsetta De Rossi, Paolo Pietrangeli, Bruno Voglino, Stefano Carati e Milo Manara. Il brano si classifica in diciottesima posizione.
In seguito la Guzzanti si è dedicata maggiormente alla satira politica, realizzando tra l’altro delle riuscite imitazioni di Massimo D’Alema e Silvio Berlusconi. Per il cinema ha interpretato con Giuseppe Bertolucci I cammelli e Troppo sole (in cui interpretava 13 personaggi diversi), film che hanno ottenuto uno scarso successo di pubblico. In seguito ha girato Cuba Libre – Velocipedi ai tropici, sceneggiato e diretto da David Riondino. Nel 1998 è stata attrice e regista del cortometraggio Donna selvaggia.
Nel 2002 ha diretto il suo primo lungometraggio, Bimba, prodotto e distribuito dalla Medusa Film. È poi tornata a teatro con lo spettacolo Recital, in cui interpreta personaggi immaginari e reali, quali Valeria Marini e Irene Pivetti. Autrice del celebre film Viva Zapatero! e di Le ragioni dell’aragosta, con protagonisti i ritrovati comici di Avanzi, il suo ultimo lavoro cinematografico si intitola Draquila – L’Italia che trema, uscito nel maggio 2010. La Guzzanti si dichiara buddista, aderente alla Soka Gakkai; in particolare la Guzzanti ha dichiarato: “io pratico il Buddismo da vent’anni e tutto quello che c’è di bello e di importante nella mia vita è legato al Buddismo”.
L’attività teatrale e televisiva:
Nel novembre 2003 è tornata in televisione con la trasmissione Raiot, di nuovo su Rai 3: nonostante gli ascolti notevoli in tarda fascia oraria (23:30), l’attrice è stata querelata da Mediaset per «gravissime menzogne e insinuazioni» e i vertici della Rai hanno immediatamente sospeso la trasmissione dopo una sola puntata, suscitando molte polemiche.
Nonostante questo episodio, la prima puntata mandata in onda dalla Rai e le successive puntate (registrate ma non mandate in onda), vennero comunque riprese e distribuite liberamente su internet raccogliendo un enorme successo. La querela è poi stata archiviata dalla magistratura che ha giudicato infondate le accuse di Mediaset, in quanto (e la stessa comica non ha esitato a ripeterlo) i fatti presentati erano veri. Le frasi incriminate riguardavano la contestatissima legge Gasparri sul riordino delle TV (una su tutte: «Rete 4 è abusiva»).
Nel 2005 presenta a Venezia, in contemporanea alla Mostra del cinema il film-documentario Viva Zapatero! che denuncia la poca libertà d’informazione in Italia con il contributo di comici di satira di altri paesi europei. Il film ha vinto la 28esima edizione del Festival italiano del cinema di Villerupt (ex aequo con Sotto il sole nero di Enrico Verra).
Nel corso dell’edizione 2008 del programma Anno Zero, condotto da Michele Santoro è apparsa a sorpresa riproponendo alcune delle sue più apprezzate imitazioni. Nel 2012 la Guzzanti torna in televisione con suo programma su La7 intitolato Un due tre stella.